fbpx

Batteri della bocca, un focolaio da tenere sotto controllo

La recente pandemia dovuta al nuovo coronavirus (COVID-19) ha posto l’attenzione ancora più prepotentemente sul ruolo che batteri, virus e funghi hanno sull’organismo e sulla nostra salute.

Il cavo orale, come tutto il nostro organismo, è popolato da numerose popolazioni di batteri, virus e funghi che possono essere presenti in modo inoffensivo se ben bilanciati dal nostro sistema immunitario o altrimenti possono provocare diversi tipi di patologie varie per intensità, gravità e target.

Le patologie più comuni che ben conosciamo provocate dai batteri contenuti in bocca sono:

Le carie,
che in particolare sono generate dagli acidi prodotti dallo Streptococcus Mutans, attivo in presenza di zuccheri; 

Malattia gengivale o parodontale
causata prevalentemente da 12 diversi tipi di batteri presenti in percentuali diverse nella bocca che provocano il sanguinamento gengivale e l’eventuale perdita di osso di sostegno del dente creando sacche tra la gengiva e dente. Più profonda è la tasca, peggiore è la malattia gengivale. La mobilità del dente e la sua perdita è l’esito della evoluzione della malattia parodontale.

Test Microbiologici individuano gli specifici di batteri che causano le infezioni gengivali e aiutano i dentisti a sapere meglio come trattare con farmaci mirati le malattie provocate questo è quello che noi chiamiamo Odontoiatria Molecolare.

I batteri circolano liberamente nel nostro organismo

Gli stessi batteri, virus e funghi non sono però “intrappolati” nella bocca ma circolano liberamente in tutto il nostro corpo. Spesso, dal “focolaio” della bocca, questi si muovono per tutto il nostro organismo andando a popolare organi bersagli diversi a seconda delle diverse tipologie di virus.

La
Porphyromonas Gingivalis ad esempio è stata individuata come causa di malattia cardiaca in quanto si accumula nei vasi coronarici insieme al colesterolo “cattivo” creando un blocco nei vasi sanguigni causa di infarto.

Un meccanismo di restringimento dei vasi sanguigni può verificarsi a carico della parete causando aterosclerosi (restringimento per inspessimento del calibro del vaso) che diventa ancora più pericoloso in caso di distacco di coaguli che possono andare ad occludere a loro volta vasi più piccoli, specie quelli cerebrali.

Anche le beta cellule presenti nel pancreas, che producono insulina, se sono infettate dai certi batteri orali ne riducono la produzione causando un rialzo della glicemia e di conseguenza il diabete.

Lo sapevi? Esiste un test per monitorare i batteri della bocca

L’individuazione della tipologia di batteri funghi e virus viene fatta con un Test Microbiologici indolore che avviene con un tampone fatto in bocca.

La terapia di precisione avviene tramite un antibiogramma ovvero con una selezione degli antibiotici più adatti a eliminare gli agenti patogeni.

La vera necessità è però sapere se il nostro sistema immunitario è abbastanza forte o meno per riuscire a tenere testa alla carica batterica presente nella nostra bocca e lo si appura con un Test Enzimatico Salivare che in 10 minuti lo comunica.

La moderna diagnostica molecolare salivare ci apre quindi gli occhi a potere vedere problemi ben lontani dal distretto in cui si è fatto il prelievo con una invasività pressoché nulla, con una elevata precisione e a costi simili o inferiori a quelli della diagnostica molecolare tradizionale.  

 

La visita periodica dal dentista è ancora più importante

La visita dal dentista e dall’igienista assume quindi una connotazione completamente diversa dal vecchio adagio “vado a fare la pulizia perché ho sapore cattivo in bocca” ma di vero e proprio controllo per la prevenzione  a 360° della salute

Richiedi un appuntamento: