fbpx

Che cosa si intende per nevralgia ai denti?

La nevralgia ai denti è una forma di dolore acuto e improvviso che si localizza a uno o più denti. In senso generale, con il termine nevralgia si intende il dolore a un nervo dovuto a una sua infiammazione. La percezione dolorosa si esente lungo il nervo colpito, con un impatto importante sulla qualità di vita del paziente.

Nevralgia ai Denti

Nevralgia ai denti: sintomi

Il dolore da nevralgia ai denti ha tutte le caratteristiche delle altre forme di nevralgia: è come detto improvviso, viene spesso descritto come una scossa o una pugnalata. In pratica, si tratta di fitte di pochi minuti che tendono a ridursi lentamente fino a scomparire, lasciando spesso un senso di indolenzimento. Il dolore è quindi molto diverso da quello di un normale mal di denti, che tende a essere più sordo, pulsante e costante nel tempo.

Inoltre il dolore da nevralgia ai denti può accrescere in alcune situazioni. Ad esempio durante…

  • la masticazione;
  • lo spazzolamento dei denti o altri contatti diretti con essi (passaggio del filo interdentale, pressione esercitata serrando la bocca ecc.);
  • la presenza in bocca di cibi molto caldi, freddi, acidi o dolci.

La nevralgia ai denti è collegata all’infiammazione del nervo facciale o del nervo trigemino, che percorrono buona parte del viso. Per questo è frequente un’irradiazione del dolore a varie aree del volto: nella nevralgia a denti e orecchie anche queste ultime possono essere lambite dalla sensazione dolorosa. Anche la nevralgia alle gengive è una percezione dolorosa legata alla tendenza del dolore a migrare e a toccare aree accanto al dente primariamente colpito.

Le cause della nevralgia ai denti

Sono molte le cause di questo dolore così intenso: può essere rilevata ad esempio una compromissione dei nervi legata all’invecchiamento, oppure un piccolo aneurisma o altri danni vascolari. In alcuni casi la nevralgia ai denti è collegata persino al fuoco di Sant’Antonio. Nella maggioranza dei casi, però, la causa è più banale e ha a che fare con un’ipersensibilità dei denti dovuta alla presenza di colletti scoperti che, a contatto con il cibo, possono dar luogo alla percezione dolorosa. Naturalmente anche una carie profonda può essere una causa di questo disturbo così come la presenza di un ascesso.

Nevralgia ai denti: rimedi

La prima cosa da fare è quella di recarsi dal dentista. Ma cosa prendere per la nevralgia ai denti in attesa dell’appuntamento? Secondo indicazione medica, è possibile usare dei normali antidolorifici. Durante la visita, l’odontoiatra individuerà la causa del problema, grazie anche a una radiografia, e procederà con l’intervento adeguato, che potrà essere una devitalizzazione magari dopo aver prescritto una terapia antibiotica, se necessario.

Molto spesso il dolore da nevralgia ai denti viene scambiato per una nevralgia del trigemino. I sintomi sono gli stessi, ma la causa di questa seconda non va ricercata nei denti ma nella pressione esercitata da un vaso sanguigno sul nervo nel punto in cui questo esce dal tronco encefalico. Questa pressione può danneggiare la guaina mielinica del nervo, cioè la fascia protettiva che lo circonda e isola.

Hai problemi di nevralgia dentale? Contatta lo studio dentistico ADC Dental Center per avere maggiori informazioni e richiedi una visita di controllo.

Articoli Correlati

Lascia un commento