fbpx

Che cos'è e come si cura il mucocele in bocca

Il mucocele è una formazione simile a un ciste caratterizzata da un eccessivo accumulo di secreto mucoso (muco). Si può presentare in diverse parti del corpo (seni paranasali, apparato gastrointestinale e urinario) ma nella maggior parte dei casi si manifesta in bocca. L’aspetto del mucocele è quello di una bolla piena di liquido denso, come un nodulo soffice e mobile, di dimensioni che vanno da qualche millimetro fino ai pochi centimetri. Il mucocele non è infettivo e, quando di piccole dimensioni, è spesso diagnosticato dal dentista durante una normale visita di controllo o nel corso della pulizia dei denti.

Candidosi orale

Mucocele: labbro, bocca e cavità orale

In bocca il mucocele si presenta soprattutto a livello del labbro inferiore, ma anche sotto la lingua o all’interno della guancia. In bocca la percezione è quella di un piccolo “palloncino” che tende a gonfiarsi e a sgonfiarsi. Normalmente il mucocele in bocca non fa male, ma a volte può rompersi dando luogo alla fuoriuscita del liquido contenuto.

Mucocele: perché si forma?

Esistono due tipologie di mucocele:

  • mucocele orale da ritenzione, causato dall’ostruzione del flusso salivare;
  • mucocele orale da stravaso mucoso (o cisti da stravaso mucoso), dovuto alla rottura di una ghiandola salivare minore. Ciò può avvenire in seguito a una morsicatura accidentale, all’uso di apparecchi ortodontici o di piercing.

L’ostruzione del flusso salivare e la rottura di una ghiandola salivare minore possono essere provocate da traumi accidentali, ma talvolta anche da un’igiene orale non corretta ad esempio quando si fa un uso troppo energico dello spazzolino.

Quando il mucocele orale da ritenzione si presenta sul pavimento orale si parla di ranula, che di fatto è una cisti da ritenzione mucosa generalmente non dolorosa, ma causa di fastidi durante la masticazione e la deglutizione.

Anche il mucocele è asintomatico anche se, con l’aumento di volume, può anch’esso dar luogo a disagio durante masticazione, deglutizione e nell’articolazione delle parole.

Come si cura il mucocele

Il mucocele e la ranula sono generalmente condizioni autolimitanti, cioè non necessitano di cure riassorbendosi spontaneamente nella maggior parte dei casi nell’arco di una settimana o due. Ciò avviene anche quando si rompono, con fuoriuscita di liquido. Solo in rari casi può essere utile la terapia chirurgica, specie quando la sintomatologia è più importante.

Vuoi maggiori informazioni su come trattare il mucocele? Contatta lo studio dentistico ADC Dental Center e richiedi una visita di controllo.

Articoli Correlati

Lascia un commento